TEATRI CHIUSI CULTURA SOSPESA Gianvito artigiano di emozioni
1683
post-template-default,single,single-post,postid-1683,single-format-standard,bridge-core-2.3.6,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-25.7,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-1412

TEATRI CHIUSI CULTURA SOSPESA

I teatri continuano con la chiusura delle menti

Se tu chiudi i teatri lasci  la cultura sospesa in un limbo senza vita.
Molteplici amici e colleghi per i quali nutro una grande stima, con una modalità rispettosa,  si stanno esprimendo in merito all’ultimo DPCM di Novembre.
Partiamo dai dati Agis da Giugno a Settembre 2020:
2.650 spettacoli circa
356.000 spettatori circa
1 solo contagio.
Matthias Martelli, erede di Dario Fo, voce del suo Mistero buffo scrive:
“Ho cercato su tutto il DPCM giuro, l’ho sfogliato tutto, da cima a fondo piú volte e giuro, della parola teatri non ho trovato nulla se non la parola Chiuso” .

teatri chiusi cultura sospesaTeatri chiusi, centri commerciali affollati

Nessuno da marzo 2020 vuole dare la colpa a nessuno.
Tuttavia vedere mezzi pubblici affollati,  luoghi di acquisto e centri commerciali pieni di gente  (con la mascherina) che manda le distanze a benedire, agita lo stomaco.
Sapere al contrario, che luoghi al chiuso dove 550 posti igenizzati diventano 120,  con 1 poltrona su 3 occupata con le dovute  distanze  di almeno 2metri, vengano considerati “pericolosi”, a lungo andare farebbe riflettere anche i più stolti.
Gli stolti sono coloro che chiudono i teatri e tengono la cultura sospesa.

Teatri chiusi cultura sospesa

Lí dove ogni professionista coinvolto,  opera seriamente sulla sicurezza delle persone (dati alla mano lo confermano) per il nostro governo quei luoghi rappresentano un reale pericolo!
Non comprendo le intenzioni perché è alquanto strano richiamare continuamente il popolo a riflettere sulle proprie azioni quotidiane.
Alquanto strano quando al contrario metti in atto decreti che contrastano l’effettiva analisi dei dati alla mano.

La parola agli artisti:

“… se poi mi sono perso qualcosa,  ben venga che rimangano chiusi. Però qualcuno mi deve spiegare come ciò non valga per una metropolitana  con centinaia di persone ammassate o per un ristorante che a pranzo riempie 80 coperti in uno spazio al chiuso irrisorio, per di più senza mascherina, perché immagino che durante i pasti anche il virus vada in pausa pranzo!

Teatri chiusi: la previsione del mentalista

Da buon mentalista a Marzo 2020, vedendo la situazione come evolveva, constatata l’ignoranza e la completa mancanza di conoscenza del settore, ho scritto su una busta la mia previsione: “spettacoli ci rivediamo a Settembre 2021“.
Purtroppo per la prima volta, questa ultima previsione mi sta spezzando il cuore.

Teatri chiusi, teatri sospesi, artista sempre all’opera.

Però c’è il risvolto della medaglia, cambiare punto di vista.
Dovete sapere che noi professionisti amanti dell’arte magica, applichiamo sempre il pensiero laterale, quello che manca ai nostri cari politici.
A noi illusionisti non manca la capacità di creare nuovi punti di osservazione, nuove modalitá di approccio.
A noi maghi, attori, musicisti e cantanti, a noi artisti,  ci piace  cambiare la percezione della realtà per rappresentarla in maniera sostenibile.

Teatri chiusi, cultura sospesa

La creatività non si ferma rimane in azione

Noi artisti,  limitazioni o meno, abbiamo quel difetto tanto odiato dagli ignoranti.
Continuiamo a creare e instancabilmente produciamo nuove idee.
Sorridere, stupire, comunicare, educare è il nostro compito.
Inventiamo nuovi mondi e modalità di viverli.
In quei mondi l’arte e la cultura possono continuare ad esprimersi e vi assicuro, non è cosa da poco,
Fatevene una ragione.
No Comments

Post A Comment